martedì 21 ottobre 2014

E' SUCCESSO, HO FATTO UNA STORIA UMORISTICA (e l'ho fatta per "La Vita Picena" )

Ebbene si! Ecco qua la prima storia che ho realizzato per La Vita Picena! La trovate in formato cartaceo sull'ultimo numero del giornale :)
Aggiungo anche l'intervista realizzata da Paola Petrucci per "innaugurare" la collaborazione e apparsa sul precedente numero!
Vi ricordo che la rubrica a fumetti sarà regolare quindi troverete una mia striscia su ogni numero del giornale.


Da "La Vita Picena"dell' 11 Ottobre:


Da "La Vita Picena" del 27 Settembre:

GIACOMO TADDEO TRAINI, DISEGNATORE E SCRITTORE DI FUMETTI
Conosciamo un ragazzo che si dedica alla creazione ed autoproduzione dei fumetti per cui “tanto vale provarci comunque”.

Giacomo, Jack per gli amici, è nato 19 anni fa ad Ascoli Piceno dove risiede ed ha frequentato le scuole diplomandosi all’I.T.A.S. ed ora è a Padova al secondo anno di Università e alla Scuola Internazionale di Comix per inseguire il suo sogno di fumettista iniziato 6 anni fa.
E’ un ragazzo con una gran voglia di fare e con le idee chiare su ciò che vuole realizzare nel suo futuro; impegnato nel sociale e curioso di ciò che lo circonda oltre che coraggioso nel mettersi in gioco e nel proporre i suoi lavori ogni volta che è possibile trovandosi, spesso, a vivere esperienze interessanti ed uniche.
Jack come mai hai scelto i fumetti per raccontarti?
Mi è sempre piaciuto disegnare fin da piccolo e poi in casa mia sono sempre circolati fumetti di ogni tipo (da Topolino a Linus ai vecchi Eureka) quindi il passaggio dalla semplice lettura alla realizzazione è stato breve! Ho sempre considerato il fumetto un mezzo universale che può facilmente portare le idee dell'autore in ogni casa e in ogni cuore ma senza l'apatico chiasso del televisore. Penso, inoltre, che i "giornaletti" siano un mezzo davvero completo che unisce scrittura, disegno e intervento intellettuale del lettore che deve ordinare da se i "fotogrammi" della storia.
Quali messaggi vuoi trasmettere con i tuoi lavori e quanto sono autobiografici?
Nei lavori finora realizzati ho sempre sottolineato il fatto che l'essere umano rappresenta la causa di molti problemi ma anche la loro soluzione e che tutti noi possiamo e dobbiamo svolgere il nostro ruolo nell'atto di miglioramento.
Ovviamente nei miei lavori c'è sempre una grossa fetta di me, ma immagino sia normale.
Alcune storie sono puramente autobiografiche, altre raccontano ciò che mi accade attorno e parlano di cose che non succedono a me ma che comunque mi toccano emotivamente.
Che significato ha, per te, la frase “tanto vale provarci comunque”?
Questa frase è il verso di una canzone della rock band italiana " I MInistri " di cui sono un grande fan. Tanto vale provarci comunque è una frase che ti spinge ad osare e a sperimentare ed è diventata il titolo di una breve storia che ho realizzato come sfogo più di un anno fa e la storia parla di tutto il mio amore per i fumetti e di come voglio diffonderli in ogni modo possibile.
Parlaci del tuo progetto editoriale
La Fattelo Da Solo editrice è un progetto autoprodotto che mi è venuto in mente nell’estate del 2012, ispirato dal mondo della musica indipendente. L’idea era quella di farmi conoscere stampando da solo le mie storie e distribuendole in ogni occasione come i mercatini, i concerti o altri eventi cittadini.
Ho realizzato quattro volumetti autoprodotti : "ADDIO & L'ULTIMO DESIDERIO", "BUONA LA PRIMA", "LA BOMBA" e "TANTO VALE PROVARCI COMUNQUE e altre storie" tutte ordinabili per messaggio privato sulla pagina FB.
Con soddisfazione posso dire che negli anni i fumetti della F.D.S. sono arrivati tra le mani di diverse personalità del mondo dei fumetti (e non solo) ed ha partecipato a diversi eventi sia nella zona Picena che in quella Padovana
Attualmente su quali progetti stai lavorando?
Nell’ultimo anno ho avviato diverse collaborazioni, quella più socialmente impegnata è con MenSana, un associazione padovana di studenti che lottano per la riduzione degli sprechi incentivando gli studenti a produrre meno rifiuti. Allo scopo di sensibilizzare gli universitari al tema ho realizzato, una miniserie (che è stata battezzata "QUALCUNALTRO") che parla di uno studente un poco sprecone che finisce in un mondo pieno di immondizia (a tratti non troppo lontano dalla realtà.
E poi c’è questa nuova collaborazione con La Vita Picena di cui sono molto onorato e che consisterà nella pubblicazione, a partire dal prossimo numero, una tavola a fumetti inedita che tratterà temi vari che spazieranno da vicende picene al sociale alla satira...ma presto lo scoprirete meglio e spero lo apprezzerete.

Nessun commento:

Posta un commento